logo Centro Trapianti



home<
   
  il Centro Trapianti
l'attività del Centro
la struttura
l'équipe medica
dove siamo
per contattarci


il Trapianto di Rene
informazioni
da dove iniziare
aspettando il trapianto
l'intervento
vivere con un trapianto di rene
il doppio trapianto

...da donatore vivente
informazioni
la valutazione del donatore
l'intervento sul donatore
l'intervento di trapianto
il trapianto ABO incompatibile
il trapianto cross-over

il Trapianto di Pancreas
informazioni
da dove iniziare
aspettando il trapianto
l'intervento
vivere con un trapianto di pancreas


L'inserimento in lista
procedure
modulistica

link util
   
Il Trapianto di Rene da donatore vivente
informazioni


Se state pensando di donare un rene a un familiare, ci sono molti aspetti da considerare. Nelle pagine dedicate al trapianto di rene da donatore vivente troverete informazioni sulle varie fasi della donazione, quali la valutazione pre-chirurgica, l'intervento, il ricovero e la ripresa delle normali attività dopo la donazione.
Vi consigliamo di valutare attentamente questa scelta insieme alla vostra famiglia, al medico di fiducia e al Gruppo Trapianti di Rene e Pancreas.
L'esperienza del nostro Centro nel trapianto di rene da donatore vivente è tra le maggiori in Italia: si tratta di una procedura che eseguiamo da più di 20 anni con ottimi risultati, sia per quanto riguarda il donatore che per il ricevente. Il prelievo del rene viene eseguito con tecnica laparoscopica.
trapianto donatore vivente
Per saperne di più sulla donazione di rene da vivente e per iniziare la procedura di valutazione iniziale, potete contattarci telefonando allo 049/8211759.

I requisiti per essere un donatore vivente
Ogni persona in buone condizioni di salute e in grado di essere sottoposta ad intervento chirurgico può diventare un possibile donatore nei confronti di un parente consanguineo (o non consanguineo, nel caso di coniugi o di adozioni).

La legge che regolamenta il trapianto da donatore vivente
L’attività di trapianto da donatore vivente in Italia è regolata dalla Legge 26 giugno 1967, n. 458.
L’art. 1 della legge fa riferimento all’art. 5 del Codice Civile (Atti di disposizione del nostro corpo).
In deroga dell’art. 5 del Codice Civile, è consentita la donazione ai familiari consanguinei;  solo nel caso in cui il candidato ricevente non abbia congiunti consanguinei disponibili o idonei al trapianto, è consentita la donazione ai soggetti non consanguinei, parenti e non.
La legge italiana prevede che, in ogni caso, la donazione non dia luogo a compensi diretti, indiretti o a benefici di qualsiasi altra natura.





             
          intestazione