logo Centro Trapianti



home<
   
  il Centro Trapianti
l'attività del Centro
la struttura
l'équipe medica
dove siamo
per contattarci


il Trapianto di Rene
informazioni
da dove iniziare
aspettando il trapianto
l'intervento
vivere con un trapianto di rene
il doppio trapianto

...da donatore vivente
informazioni
la valutazione del donatore
l'intervento sul donatore
l'intervento di trapianto
il trapianto ABO incompatibile
il trapianto cross-over

il Trapianto di Pancreas
informazioni
da dove iniziare
aspettando il trapianto
l'intervento
vivere con un trapianto di pancreas


L'inserimento in lista
procedure
modulistica

link utili
   
Il Trapianto di Rene
vivere con un trapianto di rene


L'attività fisica
Dopo l'intervento potrete riprendere le vostre abituali attività fisiche. Vi consigliamo di seguire un programma di esercizio fisico che sia inserito in modo armonioso nelle vostre attività quotidiane.
La maggior parte dei pazienti sono in grado di affrontare tale programma limitandosi a brevi passeggiate nelle settimane appena successive all'intervento, e riprendendo solo in seguito gli esercizi più impegnativi.

La vita sessuale
Normalmente non ci sono restrizioni nel riprendere l’attivita’ sessuale dopo il trapianto. Le donne riacquistano da subito la fertilità, quindi insieme alle mestruazioni riappare la possibilità e probabilità di una gravidanza.
E' perciò molto importante che sia gli uomini che le donne sottoposti a trapianto discutanodella possibilità di un’eventuale gravidanza con il proprio medico di fiducia.
In generale, prima di intraprendere una gravidanza è necessario che la donna abbia riacquistato una funzione renale adeguata e abbia goduto di buona salute per almeno 18 mesi dopo il trapianto.
Inoltre è necessario discutere con i medici gli eventuali cambiamenti di terapia con farmaci immunosoppressori.

Il supporto psicologico
La maggior parte dei pazienti riferisce che a seguito del trapianto la vita offre un migliorato senso di benessere
e ci si trova nuovamente nelle condizioni di affrontare un'attività lavorativa a tempo pieno.
Molti pazienti vivono con ansia l'idea di un possibile rigetto, altri hanno la percezione di mutamenti corporei che richiedono un supporto psicologico.
E' importante discutere di queste sensazioni e di ogni altra reazione con il team trapianti. E' inoltre importante ricordare che, anche se la paura del rigetto è una normale reazione al trapianto, la possibilità che il rigetto si verifichi realmente è relativamente bassa e diminuisce col tempo. Inoltre, oggi disponiamo di numerose terapie in grado di far fronte al rigetto stesso.

Il vostro ruolo
La decisione di ricevere un trapianto significa accettare l'idea di mantenersi in salute per tutta la vita. I due compiti principali del trapiantato sono l'assunzione corretta della terapia e l'attenzione a non trascurare alcuna visita medica.
I farmaci immunosoppressivi prevengono il rigetto del trapianto.
Le visite ambulatoriali possono individuare problemi che potrebbero iniziare ad essere evidenti anche solo ad un esame del sangue. E' estremamente importante contattare il team trapianti immediatamente, non appena inizia a presentarsi qualche disturbo.
Le persone che hanno ricevuto un trapianto di rene spesso si sentono talmente bene da voler evitare l'assunzione della terapia o la visita medica. E' invece solo attraverso una scrupolosa adesione alla terapia e mantenendo i regolari appuntamenti con il medico che il rene trapiantato potrà continuare a funzionare bene.





             
          intestazione